Il Re perde anche la Royal Mail: il magnate ceco del West Ham si pappa le poste inglesi

cassetta postale
Condividi l'articolo

In giro per Londra, le cassette della posta rosse e scintillanti sono uno dei simboli della Gran Bretagna: ci sono turisti che si fanno le foto accanto e i “piloni” della Royal Mail sono tra le calamite più vendute ne negozietti di souvenir.

Sono anche un emblema della monarchia: hanno tutte con il monogramma, rigorosamente in Latino del sovrano allora in carica, ce ne sono in giro alcune con la sigla GR, ossia “Georgus Rex”, dell’epoca di Re Giorgio VI, il padre della Regina Elisabetta II e nonno del 75enne Re Carlo).

Le poste più antiche del mondo

Non di solo folclore vive la Royal Mail: le poste di Sua Maestà detengono anche il record di più antiche del mondo, indietro nel ‘500. Furono create addirittura da Enrico VIII, il re delle troppe mogli e dello Scisma Anglicano dalla Chiesa di Roma, più di 500 anni fa: il sovrano nominò come primo “amministratore delegato” tale Brian Tuke.

La sera del 15 Maggio 2024, però, un terremoto si è abbattuto sulle poste inglesi: il miliardario ceco Daniel Kretinsky ha lanciato una scalata alla Royal Mail. Offre 3,5 miliardi di Sterline per conquistare un’azienda strategica del paese, che fa 12 miliardi di Sterline (circa 15 miliardi di Euro) di ricavi, ma soprattutto un pezzo di identità della Gran Bretagna, paese sempre più sotto assedio dei capitali stranieri (di recente, il caso del Daily Telegraph).

Daniel Kretinsky, in camicia bianca

Provaci ancora, Daniel

La notizia non è una vera novità perché il magnate “che viene dall’Est”, proprietario della EPH, la più grande compagnia energetica dell’Europa orientale, e anche patron del West Ham, club di calcio di Londra, aveva già provato due anni fa a papparsi la Royal Mail. Ma quella precedente offerta, di 3,20 sterline per azione, era stata respinta. O però il rampante finanziere, fidanzato con la figlia dell’uomo più ricco della Repubblica ha offerto 3,60 sterline per ogni azione. Il giorno prima dell’offerta originale, il titolo IDS, la società capofila di Royal Mail, costava 2,14 Sterline. La notizia è che stavolta ce la farà: di fronte a tanta generosità, i dirigenti delle poste inglesi hanno ceduto e sono intenzionati ad accettare l’offerta.

Il Re Enrico VIII, in una ricostruzione moderna

Re e Paperoni

Il 49enne Kretinsky, figlio di una giudice della corte costituzionale ceca ma sconosciuto fino a pochi anni fa, è diventato in poco tempo uno dei nuovi ricchi d’Europa, con un patrimonio stimato di oltre 3 miliardi di dollari: si è lanciato in una campagna acquisti a tamburo battente nel Vecchio Continente. Ha investito nei supermercati Casino in Francia, è diventato tra i principali azionisti di Foot Locker, la catena di negozi di scarpe da ginnastica. Come tutti i parvenu, poi, si è comprato una squadra di calcio: ha iniziato in casa con lo Sparta Praga, una nobile decaduta d’Europa, e poi il club della Premier League. Se ora salirà sul trono della Royal Mail, diventerebbe uno degli uomini d’affari più potenti d’Inghilterra. Chissà che ne pensa Re Carlo del Paperone Daniel.   

Daniel Kretinsky, Enrico VIII, Premier League, Re Carlo, Royal Mail, Sparta Praga, West Ham

© Copyright 2021 Piccadillyduomo.com | Web Agency