Tag: portoghesi

La Tube, ultimo baluardo di Britishness

“Caciara” contro Silenzio. Bastano due parole, per sintetizzare la distanza culturale, più ampia di quella geografica, tra Londra e Milano, in metropolitana. La Tube della capitale britannica è spesso inospitale: stretta, affollata, claustrofobia e sporca. Ma ha un gran pregio: i cellulari non prendono. Regnano la quiete e le sane e tradizionali chiacchierate tra viaggiatori. A Milano i telefonini hanno invaso, nuovi barbari, i vagoni della metropolitana. Che poi, “caciara” è un parola romana che a Milano non esiste, il che rende bene l’idea della diversità “culturale”...

Continue reading

La metro tra Suq (Milano) e Sardine (Londra)

Se la metro è la cartolina di una città, allora se ne deve dedurre che Londra sia un posto ordinato e civile. E Milano, invece, il Terzo Mondo.  Sotto la Madunina, la scena che si presenta scendendo i gradini della scalinata della fermata Porta Genova della Linea 3. Un Suq in piena regola: tutto l’ingresso è occupato da bancarelle di abusivi, ambulanti che vendono cianfrusaglie o roba contraffatta. Per chi vive a Milano è una scena abituale. E quasi non ci fa caso: c’è chi li ama (fanno colore e vendono cose utili a poco); c’è chi li odia (per i motivi opposti: non fanno colore,...

Continue reading

I “Portoghesi” a Londra non vanno in autobus (ma a Milano, sì)

Prendere l’autobus a Londra apre un mondo. Già c’è il fascino dei due piani, cosa a cui a Milano, nessuno è abituato. I “Double Deck”, letteralmente doppio ponte, esistono solo a Londra. Non si trovano da nessun’altra parte del mondo. E con il caratteristico colore rosso, sono il simbolo della città. Ma questo è folklore, aspetto di colore locale. La vera sostanza è un’altra: prendere un bus a Londra è una lezione di educazione civica che vale più di mille materie scolastiche. I mezzi pubblici funzionano bene perchè tutti li pagano. E siccome tutti li pagano,...

Continue reading

Piccadilly Duomo

2019  - Grabovio